Articles

Malta

Malta: senza programma

Non Bisogna sapere tutto per forza di un paese!

Perciò, la mia amica Paola ed io siamo andate a Malta senza aver fatto programmi, senza sapere niente.

Praticamente ho  “studiato” quando ero li a Malta, e di giorno in giorno abbiamo deciso cosa fare; avevamo 5 giorni e 4 notti , nessun programma, ma sono bastati per farmi capire un po’ di questa Isola.

Vi dico le mie impressioni, perché voglio condividerle con voi; questa non vuole essere una guida di viaggio oppure una descrizione sulla storia di Malta, ma quello che mi ha colpito molto è stato vedere come le dominazioni hanno molto influenza sul posto che visiti. Malta e soprattutto la Valletta sembra un mix di stile arabo, siciliano, inglese e le varie cose cozzano abbastanza senza però in realtà confondersi 🙂 

Basta prendere il bus X4 fuori dall’aereoporto ( e non è il solo ma è quello più diretto) e in mezz’ora arrivi alla stazione dei bus di Valletta centro,( impressionante, ce ne sono più di Roma)  e passando dalla Fontana del Tritone sei subito in centro con questa strada lunga ( via delle Repubblica) dove si vedono subito le mura fortificate, i bastioni di protezione della città belli alti e  poi andando avanti ci sono tutte le vie perpendicolari con ristoranti, bar, negozi etc.

Appena scese dall’aereo, abbiamo preso il bus per arrivare in centro a Valletta, molto facile tra l’altro arrivarci e se decidi di spostarti tutti i giorni con il trasporto pubblico ti consiglio di fare la Tallinja card. https://www.publictransport.com.mt/tallinja-card

Una cosa, vi consiglio di visitare, Il Gran Mastery Palace, palazzo sede dei cavalieri di malta dell’ordine di Saint John che poi ha via via avuto tantissime funzioni come anche sede dei Primi Ministri, ci fanno anche le cerimonie e c’è una armeria molto vasta con varie curiosità di tutte le battaglie, crociate etc, a mio parere molto bello.  

Il resto lo abbiamo visitato da fuori, girando molto all’esterno e poi vedendo la Cattedrale di Nostra Signora del Carmelo. 

Ci sono varie concattedrali tra cui quella di St John molto visitata e dove l’ingresso costa 15 euro!!  ( mai visto neanche a Roma) 

Un altro posto molto carino, e a mio avviso molto hippy è la baia di Saint Paul. Si possono fare anche sport con moto d’acqua.  I mezzi di trasporto sono molto funzionali e ti portano in tutta l’isola.

Ovviamente l’isola è molto apprezzata  per le sue bellezze naturali ma non vi aspettate la spiaggi bianche con il mare caraibico, restereste delusi, molte parti quasi tutte sono con scogli.

Un giorno siamo andate a Golden beach che è una spiaggia di sabbia e poi mi hanno detto che c’è qualcosina a nord. 

Siamo andate a Gozo, ma purtroppo abbiamo scelto la giornata nuvolosa, piovosa e non è andata proprio come speravo. Da visitare c’è Rabat la cittadella ed il centro molto graziose, dove abbiamo speso tutta la mattinata, per poi andare alle scogliere a ovest dell’isola ( sempre con i bus) chiamate Fungus Rock molto molto belle, ci sono vari percorsi che si possono fare e ammirare, come the crocodile rock, the blue hole e anche la grotta blu dove finalmente è uscito il sole.  Infine abbiamo fatto ultima tappa a  Malsalform bay  che è un villaggio di pescatori che d’estate si riempie di vita.  

Insomma per non esserci preparate  su cosa vedere, siamo andate fin troppo bene, scoprendo giorno per giorno cosa si poteva fare, vedere e per fortuna  era  molto facile raggiungere i posti con il bus!  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: